I prestiti a cattivi pagatori

Può capitare che si ci trova in situazioni di difficoltà economiche e non si riesce a saldare in tempo i propri debiti, facendo così parte della categoria dei cattivi pagatori.

I prestiti a cattivi pagatori vengono generalmente erogati con più restrittive, quindi l’unica soluzione sembra essere la cessione del quinto tanto temuta.

Cattivi pagatori

Essere cattivo pagatore per le banche vuol dire non essere un soggetto a cui concedere prestiti, gli istituto di credito difatti, prima di erogare eventuali finanziamenti ai richiedenti indagano sulla situazione finanziaria per una tutela di se stesse dai cosiddetti cattivi pagatori.

Purtroppo a volte basta davvero poco per avere una qualificazione negativa come ad esempio, saltare qualche che in seguito alla crisi economica che sta vivendo l’intero Paese può accadere con facilità, per essere definiti cattivi pagatori ed essere così inseriti nella cosiddetta Lista CRIF. Diventa così davvero difficile ricevere altro denaro in prestito, perchè la permanenza nella lista potrebbe durare anche vari anni.

In tale periodo, che in base alla gravità della situazione potrebbe durare pure fino a tre anni, è quasi impossibile la richiesta di altri finanziamenti, e soprattutto per chi non ha un reddito fisso, come i liberi professionisti oppure i disoccupati.

La cessione del quinto

La soluzione più immediata per avere nuovi finanziamenti, nonostante i problemi ottenuti in passato con i pagamenti, è la cosiddetta cessione del quinto.

In genere quando si ha un prestito, è cura del cliente la restituzione graduale della somma, più una percentuale di interessi, pagando mediante rate.

Si tratta quindi di un rapporto di fiducia tra banca e cliente, ma in caso di protestati oppure di cattivi pagatori, la fiducia non può esserci e quindi l’unica soluzione fattibile per ottenere nuovi prestiti qualora se ne avesse bisogno è rappresentata dalla cessione del quinto ottenibile dai dipendenti fissi oppure dai pensionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *